Freeppie, online la nuova piattaforma dell’innovativo social travel network

Unire la tecnologia e il digital al turismo con un occhio al risparmio: questa la filosofia di Freeppie, il social travel network rivoluzionario che permette agli utenti di viaggiare e mangiare gratis. E’ questa l’innovativa idea nata dalle menti di Luca Perfetto, Urbano Brini e Marco Callarelli i tre fondatori di Freeppie che da anni lavorano nel campo del turismo.

Il concetto che sta alla base di questo unico social network è rappresentato dal fatto che gli operatori turistici (hotel, ristoranti, servizi) possano utilizzare i loro spazi invenduti per ospitare gratuitamente gli utenti social che condividono e raccontano la propria esperienza attraverso i canali personali, mentre la stanno vivendo. Il principio è di rigenerare così una produzione perduta (il famoso invenduto del settore servizi) convertendola in pubblicità social.

Al contempo, però, Freeppie remunera i viaggiatori che condividono la propria esperienza: più condividono più accumulano punti, che serviranno poi per prenotare le offerte gratuite caricate sul portale freeppie.com.
Il racconto dell’esperienza dal vivo attraverso la connessione a Facebook e all’applicazione geolocalizzata unita ad un tempo molto limitato per completarlo, garantisce una recensione istantanea (“Insta-review”) genuina e veritiera, che rende merito e credibilità al giudizio degli utenti. Utenti che sono rappresentati, per la maggior parte, dai tipici viaggiatori social del web 2.0, sempre molto attivi sui canali digitali e desiderosi di condividere con gli altri le proprie esperienze. Ma ci sono anche tanti altri utenti che, non mossi dalla volontà di condividere con gli altri i propri consigli e suggestioni, sono alla ricerca in un periodo di forte crisi come quello attuale, di opportunità di risparmio e convenienza con la garanzia di trovare sempre massima qualità e professionalità.
Questo processo permette di avere tre innovazioni principali nel mercato turistico: i viaggiatori social, che condividendo le loro esperienze ricevono una ricompensa tangibile; gli operatori che riescono a trasformare la loro produzione perduta in pubblicità social; il controllo diretto, a differenza di altri canali legati al turismo, sulla reputazione “social”, sul brand e sull’investimento.

Urbano Brini, uno dei fondatori di Freeppie spiega: “Freeppie è un Social Travel Network che collega le parole free e hippie. Free come pasto gratuito, hippie come viaggiatore giovane, che gira il mondo in maniera libera. Questa volta la rivoluzione non è di tipo sociale. La rivoluzione questa volta riguarda il turismo. L’idea – continua Brini – nasce insieme ai miei due soci Luca Perfetto e Marco Callarelli. Quando, nel 2012, ci siamo chiesti dove andasse a finire la produzione perduta del turismo, come le camere invendute, i tavoli nei ristoranti lasciati vuoti e mai sfruttati, spazi sui tour e seggiolini di autobus mai rivenduti. Da questi quesiti è nato Freeppie”. Urbano Brini conclude sostenendo che “con Freeppie l’utente che inserisce la recensione non lo fa in maniera anonima, come accade invece con altre piattaforme dove la persona può scrivere male di alcune strutture senza motivazioni particolari e decretare la chiusura o la fine delle stesse”.

La piattaforma ha lanciato una prima versione beta chiusa al pubblico il 1° Settembre 2013 ed una versione beta pubblica il 19 Novembre 2013. Il 19 maggio 2014 è invece stata lanciata la versione ufficiale, con un sito rinnovato e due nuove versioni App (IOS ed Android).

SHARE THIS