Nasce Funditaly, la piattaforma di crowdfunding con l'ideale "cooperativo"

E' partita l’avventura di “funditaly” (www.funditaly.it), la prima piattaforma italiana di crowdfunding cooperativo fondata da Damiano Oberoffer, 24enne residente a Vanzone con San Carlo, piccolo paese di montagna in Provincia del Verbano Cusio Ossola.

Il crowdfunding è la pratica di raccogliere donazioni online per sostenere progetti e idee, sfruttando l’enorme potenziale della viralità del web e dall’affermarsi dei social network per sviluppare un nuovo senso di comunità aperta e legata a degli obiettivi da raggiungere.

“Funditaly” vuole sperimentare una piccola rivoluzione nel sistema di crowdfunding, che piace definire con l’aggettivo “cooperativo”, un "crowdfunding al quadrato" quindi, introducendo il nuovo concetto di "ideale": far diventare il progettista e il donatore sostenitori diretti di tutti i progetti; condividere le donazioni e gli sforzi, oltre che le idee. Sostenere qualcuno per sostenere tutti.

Chiunque (privati, aziende, associazioni, enti pubblici) può presentare gratuitamente un progetto sulla piattaforma, stabilendo un budget da raccogliere e una scadenza entro la quale deve essere raggiunto tale budget. Si spazia dalle startup agli eventi, dal sociale all’istruzione: non c’è limite alla volontà.

Vengono fissati inoltre dei target di offerta e le relative ricompense. Gli utenti di funditaly possono quindi decidere se aderire a queste offerte, sostenendo i progetti con delle donazioni dirette effettuate con carta di credito o conto PayPal, ottenendo in cambio la ricompensa scelta, una volta finanziato il progetto. La raccolta fondi base è di tipo “Tutto o Niente”: il progetto viene finanziato quando raggiunge il 90% del budget. Il restante 10%, definito bonus deriva da progetti meno fortunati o da donazioni dirette al fondo unico gestito da funditaly, perno centrale dell’intera piattaforma. Se il progetto sostenuto non andrà a buon fine, le donazioni verranno infatti trasferite verso un progetto simile e il sostenitore riceverà la ricompensa dal secondo progettista.

Con il sistema “cooperativo”, in altri termini, i progetti più fortunati vengono cofinanziati da quelli che non hanno raggiunto il loro obiettivo di raccolta. Ognuno aiuta qualcuno. Una grande scommessa sui progettisti e i donatori in particolare. Cooperare maggiormente anche nel crowdfunding per far ripartire l'Italia.

Funditaly offre, per chi ne ha bisogno, anche servizi di consulenza sulla fattibilità e la progettazione, nonché sostegno alla promozione e divulgazione delle idee, online e offline.
Dal mese di Settembre 2014, infine, a Domodossola (VB) partirà il primo corso di approccio al crowdfunding organizzato dal Funditaly Training Center, per aiutare gli interessati a scoprire e vivere l’affascinante mondo della finanza orizzontale, in continua espansione.

SHARE THIS