H-Farm presenta le startup trevigiane a SMAU Milano

Dopo il tour in giro per l’Italia che ha sancito la partnership tra H-Farm e Smau, presentando agli oltre 22.000 imprenditori e manager presenti alle cinque tappe del Roadshow le idee innovative di Desall e Grow the Planet, nuove startup ospitate all’interno dell’incubatore trevigiano si preparano alla loro “uscita ufficiale” in occasione di Smau Milano, in programma dal 23 al 25 ottobre ai padiglioni 1 e 2 di Fieramilanocity.

Saranno Flighttech, Sellf e Zooppa, le “nuove leve” per questa edizione, che vanno ad aggiungersi a Desall e Grow the Planet, presenze ormai consolidate all’interno dell’ecosistema di startup di Smau 2013.

A dare il benvenuto alle startup trevigiane, Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di Smau che anticipa: “La prossima edizione di Smau rappresenterà una importante occasione per le startup di H-Farm, così come per l’intero ecosistema della ricerca e dell’innovazione che sarà presente in fiera nella nuova area IBX- Innovazione per il Business Expo, per entrare in contatto con il mondo delle imprese in visita e creare non solo le condizioni per la nascita di partnership e nuove opportunità di business, ma anche per conoscere e approfondire presso gli stand delle Regioni le iniziative messe in atto a supporto dello sviluppo imprenditoriale sul territorio. Allo stesso modo, per il mondo dell’industria l’incontro con le startup diventa un’occasione importante di sviluppo in quanto tali realtà possono diventare quella parte di ricerca e sviluppo che al loro interno non hanno ma che è fondamentale per una maggiore competitività sul mercato. L’incontro con le creatività delle startup di H-Farm sarà per gli imprenditori in visita un’opportunità per entrare in contatto con quell’innovazione fondamentale per dare una svolta al proprio business.

Alle parole di Macola seguono quelle di Riccardo Donadon, founder di H-Farm: “SMAU è nuovamente l'evento più importante in Italia. E' ritornato ad essere un evento chiave per questo settore e per noi anche quest'anno è fondamentale esserci. Pierantonio Macola ed Emil Abirascid hanno fatto un lavoro straordinario, ridando modernità al format e dandogli un ruolo importantissimo per mettere in contatto l'industria e il mondo delle imprese con le startup. Moltissime di queste nuove aziende che stanno nascendo in Italia, possono avere un ruolo solo se riescono a dialogare con le aziende tradizionali e, viceversa, queste ultime possono sopravvivere solo se hanno la capacità di aprirsi all'innovazione. Questo è il momento di far dialogare questi due mondi, non c'è più tempo...la tecnologia è sociale e sta imprimendo un cambiamento drastico a processi e prodotti, interpretando per la prima volta le esigenze ed i comportamenti del business e della gente.”

Andando a conoscere più nel dettaglio i progetti delle giovani aziende, Desall è una startup che mira a creare una piattaforma di crowdsourcing che, attraverso contest di design, connette aziende e privati aiutando, da un lato, le aziende a trovare nuove e innovative soluzioni di design e, dall’altro, i giovani talenti a mostrare le proprie idee di prodotto in tutto il mondo. Grow the Planet è una Social Web Application dedicata prevalentemente agli appassionati e ai professionisti dell’orticoltura con strumenti di apprendimento, gestione, interazione avanzata e scambio di servizi e prodotti. Tra le debuttanti, Flighttech è una startup che progetta e sviluppa droni personalizzati in base alle diverse esigenze di utilizzo, Sellf è una soluzione di CRM mobile che integra in una singola soluzione contatti, calendario, attività, note, statistiche e business opportunities per una gestione efficace della propria produttività e quotidianità, infine Zooppa, una realtà consolidata del mondo del web che mette in contatto aziende in cerca di nuove idee per le loro campagne pubblicitarie e gli utenti iscritti, messi in competizione tra loro per vincere premi in denaro.

Accanto alle startup di H- Farm all’interno della nuova area di Smau, IBX- Innovazione per il Business Expo sarà presente l’intero ecosistema dell’Innovazione con oltre 200 attori presenti tra startup, centri di ricerca e laboratori italiani e gli Assessorati alle Attività Produttive e Innovazione delle più innovative Regioni Italiane, tra cui, per citarne alcune, Regione Lombardia, Piemonte, Toscana, Veneto, Emilia Romagna, Puglia e molte altre. Per dare alcune anticipazioni sui diversi attori convolti, accanto a H – Farm saranno presenti Dpixel, Italia Startup, l’associazione che riunisce l’ecosistema di startup italiane, il Parco Scientifico Tecnologico ComoNExT, Bergamo Sviluppo, Teze Mechatronics, PoliHub, H-Farm, 2i3T - Incubatore Imprese dell'Università di Torino, Enne3, I3P - Incubatore Imprese Innovative Politecnico di Torino, M31, Treviso Tecnologia e molti altri, tutti presenti con il proprio sistema di giovani imprese. Più di 50 saranno poi le startup provenienti dalle diverse città d’Italia e conosciute nel 2013 durante il Roadshow Smau grazie alla partnership con il portale Startupbusiness.

Molti gli appuntamenti volti a facilitare l’incontro tra il mondo della ricerca e le imprese, si inizia il 23 ottobre con il Convegno d’apertura dell’evento dal titolo: “Startup, innovazione e imprese: le Regioni sono protagoniste”: un momento di sintesi e confronto tra gli Assessorati alla Attività produttive delle principali regioni italiane e le rispettive strategie di supporto alle imprese in chiave di innovazione e sviluppo, anche in vista della nuova programmazione dei fondi strutturali comunitari. Si continua nel pomeriggio con il Premio Lamarck, il premio volto a valorizzare il talento e le idee più promettenti dei giovani imprenditori in gara e, nei giorni seguenti, con i diversi momenti di Pitching in cui le startup si presenteranno in soli due minuti al pubblico di imprenditori in sala. In chiusura della 50° edizione, venerdì 25 ottobre si terrà il Premio Innovazione ICT che consegnerà un riconoscimento alle migliori esperienze di utilizzo delle tecnologie digitale e il Premio Cluster Best in Show dedicato ai laboratori e centri di ricerca in mostra.

SHARE THIS